Confindustria, sulla ripresa la cappa dell’incertezza e della sfiducia

Secondo il Centro Ricerche della Confindustria, che ha pubblicato agli inizi di dicembre uno studio dal titolo "Sulla ripresa la cappa dell’incertezza e della sfiducia".

 
Lo scenario globale mostra segnali di miglioramento negli Stati Uniti e in Cina. Anche se il loro ritmo di sviluppo rimarrà più lento che in passato, gli scambi mondiali ne trarranno beneficio. L’Eurozona è però ancora invischiata nella spirale della crisi finanziaria. Nei fatti non è stato reciso il legame tra bilanci bancari e conti pubblici. 
La selettività del credito prosegue. Ha cause di lungo periodo legate a doppio filo con la bassa crescita dell’economia ed è accentuata dall’impatto regolatorio sul capitale delle banche e dalla frammentazione europea. Occorrono innovazioni per favorire la finanza d’impresa.
In allegato la pubblicazione.