Dall'1 giugno scatta il nuovo Prezzario dei lavori pubblici della Regione

in allegato il prezzario scaricabile

 

Tra le novità, inserite le opere a verde, le strutture in legno, le opere di sostegno e contenimento. Analisi delle opere compiute ed elenco dei prezzi, provincia per provincia, nota metodologica e "Guida alle lavorazioni": sono gli atti approvati con delibera di Giunta n. 595 del 18 maggio.
 


La Regione Toscana, con delibera di Giunta n. 595 del 18 maggio, ha approvato il Prezzario 2015 dei lavori pubblici della Toscana, pubblicato, ai fini della semplificazione, anche online all'indirizzohttp://prezzariollpp.regione.toscana.it, disponibile per la consultazione, esportazione e stampa da parte di chiunque ne abbia interesse. Nell'edizione 2015 sono state introdotte tre nuove tipologie di opere: le Opere a verde, Strutture in legno, Opere di sostegno e contenimento (pali, micropali, diaframmi e palancole, tiranti, trattamenti colonnari e gabbionate e dei relativi prodotti e attrezzature), rivista la tipologia Sicurezza, ampliato il numero di analisi sia delle Opere di difesa del suolo sia degli Impianti (per quest'ultimi con oltre 600 nuove analisi), e, infine, regionalizzati tutti i prezzi relativi a prodotti e attrezzature. I prezzi hanno validità dall' 1 giugno fino al 31 dicembre 2015, e possono comunque essere utilizzati fino al 30 giugno 2016.

Il prezzario è lo strumento di riferimento per la elaborazione dei capitolati e per la definizione degli importi posti abase di appalto, nonché per le valutazioni relative alle anomalie delle offerte. La sua applicazione è obbligatoria per tutti gli enti soggetti alla legge regionale 38/2007, i quali, se intendono discostarsene, devono fornirne motivazione. Pur non essendo soggetto obbligato, anche il Provveditorato interregionale alle Opere pubbliche per le Regioni Toscana, Marche e Umbria ha ritenuto di adottare il Prezzario dei Lavori pubblici della Toscana quale prezzario di riferimento su tutto il territorio regionale.

I prezzi sono stati rilevati e approvati su scala regionale, mentre il costo della manodopera è fornito su base provinciale e derivano da un'articolata rilevazione sul territorio regionale e nazionale, riferita all'ultimo trimestre 2014. Sono stati accertati dalle Commissioni "Edilizia" e "Impianti", istituite presso Unioncamere Toscana e operanti, ai sensi della delibera di Giunta n. 26 del 20 gennaio 2014 sulla ridefinizione dell' ambito di operatività territoriale delle Commissioni prezzi del Prezzario regionale dei Lavori pubblici, su base regionale.
Il prezzario 2015 è composto daElenchi prezzi di tipologie e famiglie, suddivisi per ciascun ambito provinciale della Toscana e Analisi delle opere compiute (allegati da 1 a 20 della delibera n. 595/2015), Nota metodologica 2015 (allegato 21), Guida delle lavorazioni e norme di misurazioni (allegato 22). Nella "Nota metodologica 2015" si esplicitano i criteri di formazione del Prezzario e le principali novità dell'edizione 2015, mentre la "Guida delle lavorazioni e norme di misurazione 2015" contiene le descrizioni e le norme di misurazione di alcune tipologie di opere contenute nel Prezzario e fornisce indicazioni operative per l'esecuzione delle relative lavorazioni. (alf)