Newsletter

La Sicurezza Urbana: bene pubblico per la vivibilità e il decoro delle città

parliamone a Roma il prossimo 19 giugno

 

 
 

Lo scopo del seminario è quello di fornire ai sindaci, agli amministratori locali, e in particolare al personale della polizia municipale, strumenti interpretativi utili per una all’attuazione ragionata del decreto.

Nel corso dei lavori si parlerà dell’approccio integrato alla sicurezza urbana, definito come bene pubblico della comunità, didecoro urbano, di rispetto della legalità, di prevenzione dei fenomeni criminosi e di coesione sociale

Con un taglio operativo, il seminario esaminerà i “patti per la sicurezza urbana”, sottoscritti fra prefetti e sindaci, per l’individuazione delle criticità urbane e degli interventi per il ripristino delle condizioni di sicurezza e di decoro, anche con il coinvolgimento delle reti di volontari, del privato sociale, oltre alla possibilità di installare sistemi di videosorveglianza.

 

Saranno approfonditi i nuovi contenuti del DL che dovranno essere recepiti dai nuovi regolamenti in materia di sicurezza urbana:

il rinnovato potere di ordinanza per i sindaci con disposizioni non solo contingibili e urgenti per il contrasto alle situazioni di degrado e di illegalità, e il ripristino del decoro e della vivibilità urbana; i divieti di stazionamento e di occupazione di spazi pubblici che impediscono la fruizione delle infrastrutture della mobilità; la tutela delle aree di pregio storico, turistico e ambientale; i divieti per la vendita di beni contraffatti e contro l’accattonaggio molesto e con minori, oltre ad interventi in materia di orari di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, con l’irrogazione di sanzioni amministrative, misure di allontanamento, e l’attivazione del cosiddetto “DASPO” urbano.

 

Si parlerà anche di riqualificazione della Polizia locale, di aggiornamento professionale congiunto con le altre forze di polizia, di un migliore coordinamento operativo anche con scambi informativi, e l’interconnessione delle sale operative territoriali per il controllo delle aree soggette a rischio.

 

Il seminario sarà anche l’occasione per presentare ai partecipanti le proposte di Legautonomie per l’affiancamento e il supporto operativo per l’attuazione del decreto, in collaborazione con esperti e professionisti riconosciuti, su:

  • revisione dei regolamenti comunali per la tutela del decoro urbano; individuazione delle aree a rischio con l’articolazione dei divieti; predisposizione delle specifiche ordinanze antidegrado; progettazione degli impianti di video sorveglia anche per l’accesso ai finanziamenti previsti dal decreto.