Lucciarini: “L’Europa non è una zavorra. È un’opportunità da condividere”

“La due giorni a Bruxelles, che annota la partecipazione di oltre trentacinque sindaci marchigiani, è senza dubbio un’esperienza da ripetere anche in futuro, coinvolgendo anche gli amministratori dei Comuni aderenti a Legautonomie”

 

 
 lo ha detto il Tesoriere di Legautonomie e sindaco di Offida, Valerio Lucciarini, che ha partecipato all’iniziativa promossa dalla Regione Marche a Bruxelles, con al centro la transizione energetica e la sostenibilità ambientale.

“Abbiamo portato all’attenzione del Comitato delle Regioni le buone pratiche messe in campo dalle autonomie locali delle Marche in tema di salvaguardia ambientale, sostenibilità e sviluppo delle attività economiche: un impegno che abbiamo portato avanti in questi anni, a partire dal Patto dei Sindaci, con l’obiettivo di trasformare i nostri territori, con le loro peculiarità ambientali e paesaggistiche, in veri volani per una seria politica ambientale, da replicare anche nelle altre regioni. In questo senso – ha continuato Lucciarini – di lavoro ne è stato fatto tanto ma altrettanto è ancora da fare, conciliando la tutela dei nostri territori con adeguate politiche di sviluppo economico. Per questo è necessario un serio coinvolgimento dei nostri Comuni e di tutti i soggetti operanti nel mondo degli enti locali, a partire da Legautonomie che, in qualità di rappresentate delle autonomie locali italiane, ha il dovere di coinvolgere la comunità dei suoi enti aderenti su un tema così importante per la gestione e lo sviluppo dei rispettivi territori. Per questo, infine e non per ultimo, è necessario vedere l’Europa come una risorsa e una sana opportunità e non come zavorra come fa intendere il governo gialloverde di Salvini e Di Maio.  In questo quadro – ha concluso il Tesoriere di Legautonomie – Legautonomie ha la volontà di dare vita a una rete di Comuni per l’Europa al fine di contrastare i nazionalismi e dare forza allo sviluppo della cultura europea e della civiltà occidentale”.